Castello delle Nevere (2599m) - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Castello delle Nevere (2599m)

Montagna > Moiazza > Cantoni delle Nevere
E’  congiunta alla Cima delle Nevere, appena sopra al circo nevaio del Van delle Nevere, è una cima facilmente raggiungibile, quindi si pensa che venne raggiunta in passato da cacciatori; ma in vetta i salitori della grandiosa parete occidentale nel 1936 non trovarono tracce e inflissero per ricordo un chiodo con un fazzoletto.  Il Castello delle Nevere si manifesta per grandiosità nelle sue pareti rocciose occidentali, che si levano con un balzo di 900 metri fra le architetture più belle e articolate del Gruppo della Moiazza; rimaste un po in ombra rispetto alle vicine Cime sud della Civetta. Il 7 novembre 1969 una grandiosa frana si staccò dalle sue pareti occidentali cadendo nei Giaroi del Col Palanzin: la nube di polvere bianca nei giorni successivi raggiunse anche il versante opposto, imbiancando alberi e terreno, fin nei dintorni del Rifugio Vazzoler (Tratto da: Civetta-Moiazza Vincenzo di Dal Bianco e Giovanni Angelini – Tamari Editore (BO). Fù raggiunto per la prima volta da parete ovest dai Comaschi Alfonso Vinci, Paolo Riva e Camillo Giumelli i gironi 18-19 Agosto 1936 questi inaugurarono anche in Moiazza il VI grado, con l’ascensione che richiese due giorni e un bivacco, 34 ore complessive, 19 effettive. A loro malgrado coesta impresa venne sminuita dai primi ripetitori, gli ampezzani Luigi Ghedina, Lino Lacedelli e Siro Menardi l’11 settembre 1948, i quali impiegarono 8 ore (senza bivacco) e la classificarono come via di V+ e non di VI.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu