Cima della Busazza (2984m) - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cima della Busazza (2984m)

Montagna > Civetta > Civetta Sud > Val dei Cantoi > Cantoi della Busazza
“Busazza” nell’uso valligiano indica il “Van delle Sasse” ma più esattamente la deppressione che si trova nella parte sud-orientale del Van, sotto la Cime delle Sasse e Col dei Camorz, da qui prende nome la “Cima della Busazza” a quota 2894 metri, che viene erroneamente chiamata solo “Busazza” nell’usanza collettiva. Negli anni è diventato un simbolo per la Val Corpassa, ella infatti accompagnata dalla Torre delle Torri fa capolino in fondo alla Valle di Listolade. Esterna la sua bellezza non dalla parte est, da dove prende nome, bensi dalla parte occidentale, ove la sua parete cade strepitosa per oltre 1000 metri nella “Val dei Cantoni”, questa parete supera addirittura la Nord-Ovest della Civetta. Furono Paul Hubel e August OberHauser il 08 agosto a battezzarla, loro infatti sono stati i primi salitori che giunsero in Cima passando per il versante est. Mentre il 30-31 agosto del 1929, Renzo Videosott, Leo Rittler e Domenico Rudatis dopo alcuni tentativi sullo spigolo ovest, Videsott e Rudatis riuscirono a superare il camino d’attacco, il giorno successivo completarono l’impresa. Dopo il primo tratto fu costantemente Videsott capocordata. Fu definita la prima salita italiana di 6° grado; fu un impresa di grandissimo eco, paragonabile per lunghezza e difficoltà alla Solleder-Lattembauer sulla Parete Nord-Ovest.  Appena a nord di questa cima si innalza un altro accentuato rilievo, m2852, solo il 16-17 luglio 1968 è stata posta all’attenzione degli alpinisti, grazie ad Armando Aste e Jonve Aiazzi con la loro salita per la parete ovest, metri 800, che quindi la battezzarono AntiCima Nord. La cresta sud della  Cima della Busazza scende giù in direzione della Torre Trieste e si esaurisce sul Castello della Busazza.
Cima della Busazza
Le Vie:


Castelletto della Busazza

Le Vie:



AnticimaNord della Busazza

È di poco inferiore per altezza alla sorella maggiore e per questo, spesso, confusa con questa, sebbene sia ben rilevata da entrambi i versanti. Viene nominata solo dopo la recente ascensione della sua parete ovest, alta circa 800 metri. Viene salita da Bruno Crepaz e Silvia Metzeltin il 22 agosto 1960, con questa salita, semplice ed evidentissima cresta viene compiuta anche la prima attraversata da sud a nord, che rientra nell’attraversata completa della Civetta dalla Torre Trieste alla Torre Coldai.  A metterla in luce furono Armando Aste e Josve Aiazzi il 12-13 luglio 1968 che sulla parete ovest effettuarono una delle loro più notevoli imprese.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu