Torre di Pelsa (2337m) - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Torre di Pelsa (2337m)

Montagna > Civetta > Civetta Sud > Val dei Cantoi > Cantoi de Pelsa
E’ una delle maggiori Cime dei Cantoni, ben visibile da molto lontano, è la seconda grande Cima, dopo la Torre Venezia, prima di giungere alla Forcella delle Mede. Fa da copolino a tre elevazioni rocciose, riconosciute come anticime della Torre di Pelsa: Punta Agordo, Anticima Sud-Ovest e Pulpito di Pelsa. La Torre era stata quotata ma non nominata alla tavola IGM Cencenighe Agordino (ed.4 – 1966). La sue pareti occidentali precipitano per 200 metri sul canalone ghiaioso che la delimità a nord e scende verso la Sella di Pelsa. Ad est invece emerge solo per una cinquantina di metri sopra il suddetto terrazzo. Fu salita la prima volta da Julius Schmitt e Karl Walker il 16 settembre 1910; sucessivamente questo itinerario fu drasticamente raddrizzato de Attilio Bortoli, Giovanni Zorzi e Attilio Tissi il 14 agosto 1933. Esiste anche un’altra via per raggiungere questa cima; si sale da est per il canalone della Via normale della Torre Venezia sino alla Forcella di Pelsa e poi si prosegue verso nord-ovest sino alla grande terrazza detritica. Tale itinerario, facilmente percorso anche in tempi lontani è considerato come Via Normale.
Foto: Dell'Agnola Ermes, Dell'agnola Silvio.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu