Torre Alleghe (2649m) - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Torre Alleghe (2649m)

Montagna > Civetta > Civetta Nord > Ramo Nord
È la seconda Rocchetta e si affaccia sulla Val Civetta con una bellissima parete delimitata sia a nord che a sud da due giganteschi pilastri che si innalzano con un impressionante verticalità dallo zoccolo basale, entrambi erano gia quotati in tavola IGM Cencenighe Agordino ed.4-1966: quello sud 2649 metri ed è la sommità della Cima, quello nord 2618 metri; la struttura caratteristica dei due pilastri si continua anche sui fianchi meridionale e settentrionale che però essendo più articolati, presentano difficoltà notevolmente inferiori.. la prima ascensione risale al 29 luglio 1910 ed è dovuta a Gabriel Hapt e Karl Lampel i quali raggiunsero la vetta dall’ovest, dalla forcella formata da Torre Coldai e Torre d’Alleghe; Alberto Marzollo la raggiunse per cresta sud-est il 28 agosto 1923 e la nominò. La prima via per parete Nord-Ovest avvenne il 12 agosto 1928 per opera di Domenico Rudatis e Aldo Depoli. Per parete sud-0vest il 12 agosto 1929 da Hubert Peterka e Hans Majer. Il 27 agosto 1932 Livio Agostini superò il versante sud, con una via di media difficoltà. Il 14 agosto 1936 P.Tonietti e Giovanni Pellegrini percorsero la parete sud-ovest per una serie di difficili camini e fessure. Gli ampezzani, Beniamino Franceschi e Candido Belodis superavano le fortissime difficoltà della fessura del pilastro sud, tale fessura è gemella di quella della Torre Val Grande, uscendo in vetta per la prima volta direttamente da Nord_ovest. Le vie estreme si susseguirono e le pareti della Torre vedono in pochi anni l’effettuazione di tre imprese: il 31 agosto 1957 Claudio Barbier, Dieter Marchart e Walter Philipp salgono per la parete Nord-Ovest, lungo l’evidente pilastro; nell’estate del 1961 Ulli Kosler e Emil Vanzo raggiungono la cima sud percorrendo interamente e direttamente la parete ovest; il 16 e 17 luglio, Domenico Bellenzier supera la parete Nord Ovest del pilastro nord, eseguendo una linea di estrema difficoltà, unica via di VI grado del gruppo della Civetta aperta in solitaria. A tutto ciò seguirono una serie di vie meno importanti e di ripetizioni. La prima invernale è dovuta a Cesare Pollazzon e Giorgio Gaiardi il 22 febbraio 1949.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu