Centrale a BioGas - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Centrale a BioGas

Emergie > Rinnovabili > BioGas
L’ingestato fresco, ovvero l’assieme di sostanze organiche che alimentano il processo, viene trasferito da una prevasca di raccolta o da alimentatore di solidi, nel quale è stato miscelato e sminuzzato,  e trasferito per mezzo di coclee o stazioni di pompaggio nel digestore, all’interno del quale avviene la digestione anaerobica, vala a dire in assenza di ossigeno. Questo processo permette la crescita di tutti i microorganismi coinvolti nell’ambiente di reazione; il biogas prodotto in modo efficiente dovrà risultare da un compromesso tra le esigenze dei singoli gruppi microbici. Il Biogas prodotto all’interno dle digestore, viene raccolto nella sua parte superiore mediante una copertura a cupole gasometriche ed eventualmente altre coperture raccogli gas a cupola pressostatica. La camera dell’aria è mantenuta a pressione costante da una centralina di controllo e da valvole che, togliendo o aggiungendo aria, mantengono il biogas sempre in pressione indipendentemente dalla quantità di biogas contenuto. In questo modo l’alimentazione dei bruciatori-motori è regolare e la membrana esterna è sempre tesa, con gli immaginabili benifici nei confronti di vento, acqua e neve. Il Biogas viene depurato dai composti ossidanti ed incombustibili con procedimenti di filtrazione, deumidificazione e desolforazione. Il biogas a questo punto depurato viene convogliato ad un impianto di cogenerazione che produce energia elettrica e termica. Parte del calore prodotto viene utilizzato per termostatare e mantenere in temperatura il digestore. In alternativa il biogas può essere purificato ed immesso, previa odorizzazione, nella rete di gas naturale per la produzione di acqua calda, il riscaldamento degli edifici o il rifornimento di autoveicoli.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu