Torri del Camp - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Torri del Camp

Montagna > Moiazza > Cantoni di Framont
Gruppo di Torrioni, cha hanno la base in comune, in particolare le due torri meridionali sono appaiate e quasi completamente fuse assieme. Le sommità di tutte e tre le cime sono a forma di teste arrotondate, divise da due forcelle; si profilano da sud verso nord in Prima, Seconda e Terza Torre del Camp. Sono ben visibili sia dal sentiero che dal Rifugio Carestiato porta alla Forcella del Camp che dalla Busa del Camp che da Pelsa, in particolare spicca, quando si è al suo cospetto la Torre meridionale che con la sua erta parete sud.  Il versante orientale è caratterizzato da bancate che scendono da Nord a sud, fitti gruppi di vegetazione e solcato da canali le cui pendici di pascolo magro fanno parte delle Pale dei Cantoi, questo versante così articolato è stato evidentemente frequentato da pecore, cacciatori e pastori, anche se le vere sommità rimasero precluse da qualche ostacolo e difficoltà di roccia. Tuttosommato esse costituiscono ottime vie di arroccamento, di discesa e di collegamento per gli alpinisti; inoltre è da questo lato che si estende la Via Normale hce si distende per la cengia che taglia quasi per intero le tre Torri, dipartendo da nord sui pendii baranciosi e ghiaiosi delle Pale dei Cantoi. Come tutta questa catena anche le Torri del Camp trovano il suo maggior splendore si panoramico che alpinistico nel loro versante ovest, laddove precipitano nella busa del Camp, ed in particolare sopra ai pendii di detriti e le “masiere” delle Risine per oltre 400 metri, superando di gran lunga le proprie ad est. Era facile per i primi alpinisti che frequantarono queste pareti, comprendere hce le Torri sarebbero diventate meta ambita sia per le ardue linee della roccia si per percorsi d’attacco non eccessivamente lunghi.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu