Pestino a Mole (Pestin) - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pestino a Mole (Pestin)

Listolade > Mulini
Il Pestino a mole o Pila-orzo veniva utilizzato per brillare l’orzo, vale a dire per staccare il chicco da tegumento che lo riveste. Questo sistema, di solito era installato all’interno del laboratorio più attrezzato. Il sistema di trasmissione del moto rotatorio non era molto diverso rispetto al sistema a macine: nel “scur del molin” apparivano due giganteschi lubecchi con uguale numero di denti, mentre nel laboratorio il meccanismo appariva totalmente diverso: il pila-orzo, era composto da una grossa vasca a forma di scodella, delle volte interamente in granito, a volte con le pareti in legno e con la parte centrale rialzata e forata. In questo foro passava l’albero verticale che si incassava, con il suo mozzo, in una boccola nel soffitto; sopra alla vasca, l’albero, era attraversato da un asse orizzontale regolabile che sorreggeva alle estremità due grossi dischi di pietra, detti mole. Ortogonalmente al loro asse una traversa in legno sorreggeva uno o due raschiatoi in ferro, che servivano a smuovere i chicchi che si pressavano sul fondo della vasca. I chicchi di cereale, rigirati e sfregati per ore e ore perdevano pian piano il rivestimento esterno detto: glumelle. L’importante di questa operazione, chiamata brillatura era che, i chicchi non venissero schiacciati dalle possenti mole, ma che vi rotolassero sopra; era con questo astuto meccanismo che si otteneva l’orzo perlato
Mole del Pestino da Orzo del Mulino dei "Thacarie"
Foto del Mulino di Aldino
Bibiografia: Antichi mestieri e vita rurale - Folio Editore - Gudrun Sutzenbacher
Handwerk am bach - Tyrolia - Karl Wiesauer
La costruzione di una ruota idraulica - Editrice Il Rostro - Luciano Paoli
L'avventura del pane quotidiano - Nuova dimensione - Laura Pavan
Foto: scattate da Dell'Agnola Silvio su concessione del Museo dei Mulini di Aldino www.museo-aldino.it
I disegni sono stati fatti con Rinhoceros da Dell'Agnola Silvio

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu