S.A.D.E. - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

S.A.D.E.

Listolade > La centrale
La S.A.D.E. o Società Adriatica Di Elettricità, era un società elettrica privata; venne fondata nel 1905 dal Conte di Misurata Giuseppe Volpi a Venezia, “per la costruzione e esercizio di impianti per la generazion, trasmissione e distribuzione di energia elettrica in Italia e all’estero”. Volpi ne fu per trent’anni presidente, Achille Gaggia il direttore, che diventò presidente nel 1943. All’inizio dell’attività la S.A.D.E. aveva un capitalòe di £ 300.000, suddiviso in 3000 azioni da £ 100 cadauna. la società presento la base tecnica e indispensabile per la trasformazione sociale del Veneto da agricolo ad industriale. Poco a poco la S.A.D.E. acquisì varie società del Veneto e del Friuli Venezia Giulia operanti nel settore, diventando in assoluto la società di spicco per quanto riguarda l’Energia elettrica. Nelle zona Dolomitica costruì gli impianti dell’Alto Cordevole, con i serbatoi di Fedaia e di Alleghe, con le Centrali di Malga Ciapela, Saviner e Alleghe; nel Medio Cordevole, con le Centrali di Cencenighe, Agordo e La Stanga (Sedico); nel Cordevole-Mis-Piave, con le centrali di Sospirolo, Bivai (Santa Giustina), Busche (Cesiomaggiore), Quero e il serbatoio del Mis. Per le scelte tecniche del Gruppo, sia di gestione del sistema idraulico, sia di produzione di energia elettrica e di distribuzione, rimase sempre all’avanguardia, non solo nel nostro Paese ma anche in Europa e nel mondo. Il 27 novembre 1962, tutte le imprese vennero nazionalizzate, quindi anche la S.A.D.E. diventando di proprietà dell’ENEL ovvero Ente Nazionale Energia Elettrica. La S.A.D.E. viene ricordata in particolare per il disastro del Vajont, dove era proprietaria della diga. Questa diga venne costruita dall’impresa Torno e all’epoca dalla sua costruzione, negli anni Sessanta, era la diga a doppio arco più alta del mondo.
Biblografia:
www.wikipedia.it
Testi: Dell'Agnola Silvio.



 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu