Il Lago di Alleghe - listolade.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Lago di Alleghe

Agordino > Alleghe
Il Lago di Alleghe si formò in conseguenza ad una disgrazia accaduta al paese l’11 gennaio 1771 quando il vicino Monte Piz franò bloccando il normale corso del Cordevole. La frana travolse ed eliminò i villaggi di Riete e di Marin, toccò in parte Fusine e causò la morte di 49 persone. L’ostruzione della valle, dovuta all’immensa mole di detriti diede inizio alla dormazione del Lago di Alleghe, le acqua del nuovo invaso cominciarono a sommergere le campagne circostanti, e in poche settimane gli abitati di Villa di Peron, Soracordevole, Sommariva, Costa e Torre, vennerò per sempre sommerse. Si dice, che per anni nei periodi in cui l’acqua del Lago era limpida si poteva vedere il campanile della vecchia chiesa. Ci vollero due mesi perché il lago riuscisse a superare il macereto della frana e tracimare, anche se alla fine di gennaio era praticamente gia formato. 208 persone dovettero abbandonare ogni loro avere sul fondo e cercare, nella rigida stagione, un ricovero di fortuna. A nulla valsero le ispezioni, i progetti di ingegneri e tecnici della Rubblica Veneta per porre rimedio e scongiurare la formazione del Lago. La frana aveva un fronte troppo grande per riuscire a scavare un canale che ne facesse defluire le acque abbassandone almeno n parte il livello e in tal modo permettesse di recuperare qualche campagna e qualche villaggio. Un progetto di massima, subito abbandonato per la sua proibitività, indicava di eseguire un canale: a tal scopo avrebbero servito 2000 uomini per quattro mesi di lavoro, uno sforzo troppo superiore ai mezzi di quell’epoca. Quando la situazione sembrava stabilizzarsi una nuova sventura colpì il paese: il primo maggio dello stesso anno un residuo di “terra e sassi”, come riportano le testimonianze, si stacò dalla montagna precipitando nel Lago. La violenza dell’impatto provocò un’onda che si abbatté sulla costa di Alleghe distruggendo la canonica, parte della chiesa e alcune case risparmiate dalla formazione del Lago. Miracolosamente vi furono tre vittime: due serve del curato e un “barcaiolo” inviato dalla Serenissima per costruire delle imbarcazioni che avrebbero dovuto servire a ripristinare le comunicazioni interrotte dalla frana e dalle acqua del Lago. Alla sua formazione lo specchio lacustre misurava 4 chilometri di lunghezza, raggiungendo Caprile ed era profondo circa 55 metri. Concludendo il Lago che ha provocato, disagi, distruzione e morte è stata probabilmente concausa del grande successo turistico di Alleghe.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu